È la pubblicazione sui vini italiani più analitica e con il maggior numero di informazioni.

Le valutazioni espresse sono il frutto di un semplice metodo scientifico, creato dall’Autore, chiaramente illustrato nelle prime pagine del libro. La facilità di consultazione e la ricchezza dei contenuti rendono l’Annuario dei Migliori Vini Italiani 2014 la pubblicazione più autorevole e affidabile del settore.

Luca Maroni è autore della voce “Degustazione del Vino” sull’Enciclopedia Italiana Treccani. Ha creato il metodo di degustazione scientifico basato sul principio logico che La Qualità del Vino è la Piacevolezza del Suo Sapore. È il primo privato ad aver concepito grandi eventi dedicati ai migliori vini italiani, organizzati sia in Italia (Roma, Parma, Milano, Torino), sia all’estero (New York, Washington, Monaco, Zurigo).

Ha selezionato i migliori vini italiani offerti in occasione di grandi manifestazioni internazionali: dalle Olimpiadi di Londra del 2012, al G8 a L’Aquila del 2009.

Riconoscimenti ottenuti dai vini DOSIO

 

Vino Punteggio
Momenti 2008 Miglior vino Dosio: C:32 – E: 29 – I:28 – IP:89
Nebbiolo Barilà 2009 C:32 – E: 28 – I:28 – IP:88
Barolo Fossati 2008 C:32 – E: 27 – I:28 – IP:87
Barbera d’Alba Superiore 2009 C:31 – E: 28 – I:28 – IP:87
Nebbiolo d’Alba 2009 C:31 – E: 27 – I:29 – IP:87
Barolo 2009 C:32 – E: 27 – I:28 – IP:87
Dolcetto d’Alba Nassone 2012 C:31 – E: 27 – I:29 – IP:87
Roero Arneis 2012 C:27 – E: 29 – I:28 – IP:84
Applicazione pratica del metodo di valutazione e di punteggio:

La valutazione complessiva della qualità dei vini esaminati si esprime attribuendo un voto in centesimi al vino degustato. Punteggio che equivale all’Indice di Piacevolezza del vino.
100 è però il punteggio non assegnabile: il vino perfetto che non sarà identificato una volta per tutte dal momento che vi è, e vi sarà sempre, la possibilità di produrre e di assaggiare un vino migliore di quello mai prodotto ed assaggiato.
99 è quindi il miglior punteggio assegnabile: il vino che presenta un gusto di consistenza, equilibrio ed integrità massime. Il vino che è l’incarnazione della fruttuosità, cioè della piacevolezza.

IP MAX = 99 PUNTI

Tale voto in novantanovesimi si ottiene assegnando un punteggio da 1 a 33 alla consistenza, all’equilibrio, all’integrità, effettuando poi la somma dei tre punteggi parziali assegnati.

IP MAX 99 = CONSISTENZA 33 + EQUILIBRIO 33 + INTEGRITÀ 3